Una gara poetica per dare voce alle emozioni

La sfida del “Casagrande-Cesi”:  una gara poetica per dare voce alle emozioni

Fare dell’Assemblea di Istituto un momento di condivisione di esperienze, di stati d’animo che raccontino i sentimenti di una gioventù che oggi più che mai sente il bisogno di essere ascoltata, è diventata una vera sfida per gli studenti del Casagrande-Cesi.

Dopo “la giornata della memoria”, lunedì 29 marzo gli alunni dedicheranno l’assemblea di Istituto ad una “gara poetica”, un’attività di elaborazione creativa che trova la sua ragion d’essere nella celebrazione della “Giornata Mondiale della Poesia” e del “settecentesimo di Dante Alighieri” queste le parole della Dirigente Scolastica reggente Marina Marini con le quali è contenta di evidenziare l’impegno dei suoi “nuovi” studenti a rendere le Assemblee un’ occasione di crescita e di confronto anche culturale.

Tutti gli alunni potranno partecipare elaborando poesie, liberamente create o riprese dal vasto repertorio letterario italiano e straniero, arricchite da musica, immagini, riprese video, ecc., o ascoltando e visionando i lavori prodotti dagli altri. Gli alunni che parteciperanno voteranno attraverso un modulo google per decretare la poesia vincitrice. 

L’obiettivo di tale attività è consentire agli alunni di potersi sentire liberi di esprimere sentimenti, stati d’animo, emozioni e di poterlo fare utilizzando anche forme comunicative più vicine al loro mondo. Mai come in questo momento la manifestazione delle proprie emozioni può aiutare i ragazzi a sostenere il peso dell’emergenza pandemica che sta sacrificando la loro adolescenza.  

“Ritrovarsi attraverso la poesia è un modo formativo e profondo per leggere questo mondo poliedrico di aspirazioni, sentimenti, pensieri e relazioni”, così i rappresentanti d’Istituto hanno giustificato la loro proposta che è stata supportata e condivisa da tutti gli studenti del “Casagrande-Cesi”. 

Pubblicata il 23-03-2021